Carla, 68 anni

Finalmente molto tempo libero: cosa possiamo permetterci?

Mi chiamo Carla, ho sempre lavorato a tempo parziale, guadagnando 3'600.- fr. al mese e adesso ricevo 1’745.- di AVS. Mio marito Gianni guadagnava 5'500.- fr. al mese e adesso con la pensione riceve 1’780.-. In passato abbiamo speso parte del secondo pilastro per avviare un’attività insieme che poi si è conclusa. Sulla base di questo prelievo anticipato ora riceviamo dal secondo pilastro una pensione di 220 fr. io e 350 fr. mio marito.

Siamo in pensione da poco tempo. Non siamo dei grandi spendaccioni, ma qualche mese fa abbiamo deciso di farci un regalo che sognavamo da tempo: un viaggio di quasi 2 mesi tra Sudafrica, Mozambico e isole. 

Siamo partiti convinti che oltre al volo e all’albergo non avremmo avuto grandi spese. In fondo, ci dicevamo, la vita laggiù non costa mica così cara! Sul posto, però, ci siamo fatti prendere dall’entusiasmo e, a conti fatti, abbiamo speso 14’000 in due. Una follia una volta nella vita ci può stare!

Al ritorno in Svizzera, però, ecco la sorpresa! Nella cassetta postale abbiamo trovato diverse fatture: c’erano le imposte, un paio di parcelle del medico e altre fatture. Abbiamo pagato attingendo ai nostri risparmi. Un giorno, mio marito ha iniziato ad avere mal di denti: il dentista ci ha sottoposto un preventivo di 26'000 fr. per una ricostruzione dentale! A questo punto ci siamo accorti che sul conto avevamo solo 10'000.-. L’intervento però era necessario e per pagarlo abbiamo dovuto ricorrere ad un piccolo credito. Abbiamo iniziato a restituire le rate, ma poi le cose sono andate di male in peggio! Con il debito, l’ipoteca della casa, il leasing dell’auto e spese varie, ogni mese è un continuo tirare la cinghia. 

Al momento abbiamo un debito di 25'000 fr. e non sappiamo come uscirne. Ci sentiamo anche in colpa nei confronti dei nostri figli, ai quali speravamo di poter lasciare qualcosa … che vergogna! Come faremo a trovare il coraggio per dirglielo?

Risoluzione

Carla e Gianni vengono indirizzati alla Fondazione Pro Senectute Ticino e Moesano. La loro non è una situazione particolarmente grave, ma avrebbe potuto aggravarsi se non si fossero decisi ad agire subito. Ricevono aiuto per stilare un budget completo e per capire quali spese possono evitare o diminuire. Vogliono riuscire a sanare i debiti e capire come adeguare il proprio stile di vita in base alle proprie entrate diminuite dal pensionamento, vivendo sereni e concedendosi quello che è importante per loro.

Dovranno rivedere il proprio stile di vita e adattarlo alle nuove entrate? Basterà rinunciare al leasing auto che scadrà tra pochi mesi, scegliendo di muoversi coi mezzi pubblici? Potranno ottenere un sostegno da enti o da assicurazioni sociali?

Carla, 68 anni

Entrate/uscite

Carla è aiuto medico. Gianni è formatore per adulti. 

E N T R A T E

Prima della pensione
Stipendio Carla (50%) 3'600.-
Stipendio Gianni (100%) 5'500.-
TOTALE 9'100.-

Dopo la pensione
Carla:   1'745.- di AVS e 220.- di II pilastro 1'965.-
Gianni: 1’789.- di AVS e 350.- di II pilastro      2'139.-
TOTALE 4'104.-


U S C I T E

Correnti
Affitto: 1750.-
Assicurazione mobilia domestica, RC: 40.-
Telefonia fissa, internet, TV, cellulari, Billag:           140.-
Energia: 50.-
Cassa malati: 1060.-
Imposte: 250.-
Interessi prestito: 166.-
Leasing automobile: 400.-
Spese auto*: 550.-
Cibo e bevande: 800.-
Abbonamento giornale: 30.-
Spese varie (sigarette, vestiti, scarpe, tempo libero):            700.-
TOTALE - 5'936.-

*assicurazione casco totale, tassa circolazione, manutenzione e cambio gomme, targa, posteggio autorimessa, posteggi saltuari, benzina, eventuali multe.

Impreviste
Vacanze 2 mesi in Sudafrica:                        14'000.-
Dentista Gianni: 26'000.-
TOTALE - 40'000.-

 

RIASSUNTO
Entrate
4'104.-
Uscite - 5'936.-
+/- - 1'832.-
Silvia, 20 anni

Silvia, 20 anni

Libertà = soldi?

Libertà = soldi?

Silvia ha 20 anni, ha finito il suo apprendistato come impiegata di commercio. Lavora da 2 anni guadagnando 3'500.- al mese, vive da sola e ha accumulato un debito di 7’400 fr.
Andrea, 32 anni

Andrea, 32 anni

Divento il mio capo – che pacchia!

Divento il mio capo – che pacchia!

Dopo 12 anni come impiegato in diverse officine, con contratti a termine, Andrea ha deciso di mettersi in proprio.

Dopo due anni si chiede se ha fatto bene perché ogni mese vive sul filo del rasoio, con entrate più basse delle uscite e ormai ha esaurito tutto quello che era riuscito ad accantonare negli anni precedenti, attingendo anche a parte del secondo pilastro.

Chiara, 38 anni

Chiara, 38 anni

Il sogno nel cassetto

Il sogno nel cassetto

Chiara lavora da 10 anni come maestra. Avendo un sogno che vuole realizzare, decide di utilizzare la sua giornata libera per fare i conti.
Franco, 50 anni

Franco, 50 anni

Divisione della coppia, moltiplicazione delle spese

Divisione della coppia, moltiplicazione delle spese

Franco e Monica dopo alcuni anni di matrimonio hanno divorziato. Hanno due figli in comune. Franco guadagna 4’500.- fr.. Vive in un appartamento da solo, e ha un debito di 110’000 fr.. A questo punto si domanda se è in grado di occuparsi ancora dei suoi figli.
Thomas, 28 anni

Thomas, 28 anni

La famiglia si ingrandisce. Il budget diminuisce!

La famiglia si ingrandisce. Il budget diminuisce!

Alice e Thomas vivono insieme e hanno due figli piccoli. Oggi hanno una giornata libera e si sono messi a ricalcolare tutte le loro entrate e le loro spese per decidere come affrontare la situazione. Infatti si sono accorti che ogni mese rischiano di spendere di più di quello che guadagnano.
Carla, 68 anni

Carla, 68 anni

Finalmente molto tempo libero: cosa possiamo permetterci?

Finalmente molto tempo libero: cosa possiamo permetterci?

Carla e Gianni sono finalmente in pensione. Adesso hanno tanto tempo libero a disposizione e possono dedicarsi alle proprie passioni. Si concedono la vacanza che avevano sempre sognato e qualche sfizio. Ma qualcosa evidentemente non funziona e dopo alcuni mesi si ritrovano con 25’000.- fr. di debito.