Franco, 50 anni

Divisione della coppia, moltiplicazione delle spese

Io e Monica ci siamo sposati alcuni anni fa, abbiamo avuto due bellissimi bambini, che attualmente vanno alle elementari. Un paio di anni fa qualcosa tra noi non funzionava più e, dopo aver provato ad aggiustare le cose, abbiamo deciso di separarci. Monica è restata a vivere nel nostro appartamento, mentre io mi sono trovato una nuova sistemazione in zona per poter vedere i bambini regolarmente.

Dopo il divorzio Monica ha ricominciato a lavorare come farmacista, ha dovuto farlo per riuscire a pagare tutte le spese, ma ne trae anche soddisfazione. Chiaramente lavora a tempo parziale, perché vuole essere a casa quando i bambini tornano da scuola, ma ha comunque uno stipendio molto buono.

Io invece sono stato meno fortunato. Per pagare la caparra e ammobiliare il mio nuovo appartamento ho dovuto fare un piccolo credito di 20'000.- fr. presso un istituto finanziario. Inoltre, alle spese correnti si sono aggiunte non poche spese per il divorzio (avvocati, documenti, …).

Ogni giorno mi do da fare per esaudire i desideri dei miei figli. Devo lavorare molto per pagare gli alimenti che il pretore ha stabilito a favore di mia moglie. Come se non bastasse Monica, che ha uno stipendio nettamente più alto del mio, riempie di regali i bambini e li porta in vacanza due volte all’anno. Non voglio che i miei figli pensino che sono un poveraccio o che non voglio loro bene: anche io cerco di far trovare loro un regalo quando arrivano a trovarmi e quest’inverno li ho portati a sciare una settimana.

Purtroppo per mantenere questo livello di vita, il mio stipendio non bastava più e sono stato costretto ad aumentare il mio prestito a 30'000.- fr.

Sono così aumentati anche gli interessi che devo restituire ogni mese, e la durata del periodo di rimborso.

La mia situazione è disastrosa… ma i miei figli sono la cosa più preziosa che ho, e non sono disposto a cambiare niente nel mio rapporto con loro.

Risoluzione

Ormai la situazione è davvero diventata ingestibile, Franco è sempre più teso e intrattabile. Un familiare che lo vede sempre più stravolto decide di affrontare con lui il discorso. Nonostante le reticenze iniziali, alla fine Franco si sfoga con lui. Capisce che deve prendere in mano la situazione o andrà a finire male. Accetta di farsi accompagnare da un consulente di SOS Debiti. Come prima cosa il consulente si fa raccontare la situazione. Poi compilano insieme un budget mensile per vedere quali sono le entrate e le uscite. Il consulente riesce a mediare una riduzione delle rate del credito da rimborsare e prova a cessare il rapporto di leasing, oppure venderlo, oppure ancora ottenere un leasing più vantaggioso per un’auto più modesta. Discutono con il rivenditore dell’auto, ma i costi di chiusura del leasing son troppo alti e decidono quindi di provare a cedere il leasing ad un altro privato. L’assicurazione malattia è alta e decidono di ridurre il costo mensile senza alzare troppo la franchigia. Inoltre usando il formulario sulla protezione inquilini chiedono l’adeguamento dell’affitto che scende così di circa 100.- al mese. Infine richiedono al pretore una revisione degli alimenti visto che la situazione è cambiata (adesso la moglie lavora).

La situazione sta man mano migliorando, anche se ci vorranno anni per ripagare il buco creato. Franco, sta riacquistando un po’ di sicurezza in sé e ha iniziato anche a dare maggiore valore al tempo che dedica ai propri figli… in fondo quello è il regalo più prezioso che può fare loro!

Franco, 50 anni

Entrate/uscite

E N T R A T E
Stipendio 4'500.-
TOTALE 4'500.-

U S C I T E
Affitto (incl. spese accessorie) 1'400.-
Telefono / Internet  150.-
Assicurazione mobilia domestica, RC 30.-
Elettricità, gas 50.-
Canone Radio TV Billag 40.-
Cassa malati 490.-
Leasing auto 400.-
Spese auto 600.-
Imposte 160.-
Spese alimentazione 600.-
Spese personali 220.-
Alimenti per i figli e la moglie 2'700.-
Interessi credito 1'500.-
Spese per i figli quando sono con Franco 400.-
TOTALE - 8'740.-

RIASSUNTO

Entrate 4'500.-
Uscite - 8'740.-
+/- - 4'240.-
Silvia, 20 anni

Silvia, 20 anni

Libertà = soldi?

Libertà = soldi?

Silvia ha 20 anni, ha finito il suo apprendistato come impiegata di commercio. Lavora da 2 anni guadagnando 3'500.- al mese, vive da sola e ha accumulato un debito di 7’400 fr.
Andrea, 32 anni

Andrea, 32 anni

Divento il mio capo – che pacchia!

Divento il mio capo – che pacchia!

Dopo 12 anni come impiegato in diverse officine, con contratti a termine, Andrea ha deciso di mettersi in proprio.

Dopo due anni si chiede se ha fatto bene perché ogni mese vive sul filo del rasoio, con entrate più basse delle uscite e ormai ha esaurito tutto quello che era riuscito ad accantonare negli anni precedenti, attingendo anche a parte del secondo pilastro.

Chiara, 38 anni

Chiara, 38 anni

Il sogno nel cassetto

Il sogno nel cassetto

Chiara lavora da 10 anni come maestra. Avendo un sogno che vuole realizzare, decide di utilizzare la sua giornata libera per fare i conti.
Franco, 50 anni

Franco, 50 anni

Divisione della coppia, moltiplicazione delle spese

Divisione della coppia, moltiplicazione delle spese

Franco e Monica dopo alcuni anni di matrimonio hanno divorziato. Hanno due figli in comune. Franco guadagna 4’500.- fr.. Vive in un appartamento da solo, e ha un debito di 110’000 fr.. A questo punto si domanda se è in grado di occuparsi ancora dei suoi figli.
Thomas, 28 anni

Thomas, 28 anni

La famiglia si ingrandisce. Il budget diminuisce!

La famiglia si ingrandisce. Il budget diminuisce!

Alice e Thomas vivono insieme e hanno due figli piccoli. Oggi hanno una giornata libera e si sono messi a ricalcolare tutte le loro entrate e le loro spese per decidere come affrontare la situazione. Infatti si sono accorti che ogni mese rischiano di spendere di più di quello che guadagnano.
Carla, 68 anni

Carla, 68 anni

Finalmente molto tempo libero: cosa possiamo permetterci?

Finalmente molto tempo libero: cosa possiamo permetterci?

Carla e Gianni sono finalmente in pensione. Adesso hanno tanto tempo libero a disposizione e possono dedicarsi alle proprie passioni. Si concedono la vacanza che avevano sempre sognato e qualche sfizio. Ma qualcosa evidentemente non funziona e dopo alcuni mesi si ritrovano con 25’000.- fr. di debito.